GIVE US SOME INFORMATIONS ABOUT YOUR BOOKING

Consorzio Vino Nobile Montepulciano

header icon
Alla scoperta del Vino Nobile di Montepulciano: Eccellenza senza tempo

Alessandro Sartini, socio con Marco Malavasi, racconta: “L’azienda, totalmente biologica, era mia di famiglia; nel 2012 nacque la società agricola Il Molinaccio di Montepulciano: un agriturismo edificato su un vecchio mulino del ‘500 e una vigna di 3 ettari e mezzo. I nostri 3 vini sono: Il Golo, Rosso di Montepulciano, La Spinosa Nobile di Montepulciano e La Poiana Riserva di Vino Nobile di Montepulciano. Il nostro logo rappresenta 3 cipressi e la macina del mulino, un forte richiamo iconografico al territorio.” Un Vino Nobile 100% Sangiovese, limpido, bevibile, profumato, di mineralità elevata e con un grado alcolico non troppo alto, sui 13 gradi. “Siamo toscanacci dentro, seguiamo al massimo quello che il nostro terroir ci dà, ma con naturale eleganza: usiamo botti grandi, di un legno francese molto delicato e zuccherino.”

Ah, la pasta fatta in casa! Un vero tesoro della tradizione. La materia prima che incontra la manualità, nulla di più bello da condividere. Quando accompagnata da sughi altrettanto preziosi, può solo stupire. Come in questa ricetta:  il ragù di capriolo viene trattenuto dalla porosità delle tagliatelle toscane, per restare impresso nei ricordi dei fortunati assaggiatori.

Ricetta di  Margherita Vivarelli, contrada di Cagnano. Vincitrice anno 2003 del concorso “A Tavola con il Nobile”.

Buon appetito!

 

Ingredienti x 4 persone:

Marinata

 500 gr di polpa di capriolo (spalla o coscio)

  • 1 litro di vino bianco
  • 1 cipolla di media grandezza
  • 1 carota
  • 1 costola di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • pepe in chicchi

Tagliatelle

  • 2 uova
  • Olio extravergine di oliva
  • Latte
  • Farina 0 (meglio metà di grano tenero e metà di grano duro)
  • Sale

Come si prepara:

Tagliate la carne a pezzetti, aggiungendo quella di vitellone almeno per la metà del peso della prima.

Fate un battuto con gli odori della marinata, unite poi la carne, l’olio extravergine di oliva, sale pepe quanto basta.

Fate cuocere lentamente, e a metà cottura bagnate con vino bianco e aggiungete il peperoncino.

Quando il vino sarà evaporato, aggiungete il concentrato di pomodoro e la polpa quanto basta.

Cuocete a fiamma bassa per circa un’ora e mezzo. Per la preparazione delle tagliatelle toscane, impastate le uova con due mezzi gusci di olio extravergine di oliva e due di latte, salate e lavorate la pasta finché non si ottiene una palla liscia e morbida. Lasciate riposare per una decina di minuti, stendete la pasta con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia non sottilissima. Lasciatela riposare e tagliatela a strisce di circa 1 cm.

“La tenuta nasce nel 1816, come azienda mezzadrile toscana. Di proprietà della famiglia Svetoni, passò verso la metà del ‘900 ai nipoti, gli attuali proprietari: la famiglia Della Seta Ferrari Corbelli Greco. Oggi sono 70 ettari nella zona di Gracciano, di cui 19 a vigneto”. Così racconta Julio Straccia, enologo. La filosofia dell’azienda, che si fonda sulla tradizione e sull’eleganza nel vino, si traduce nelle scelte fatte in vigneto e in cantina. In vigneto, agricoltura biologica e rese per ettaro non troppo basse. In cantina, uso della botte grande. “La nostra etichetta è “Vino Nobile di Montepulciano – Tenuta di Gracciano della Seta, nel pieno rispetto della tradizione e della nobiltà della famiglia.” Un vino elegante, esclusivo, tradizionale. Uno dei primi Nobile di Montepulciano ad entrare nel mercato statunitense; nella tenuta sono conservate storiche annate di Nobile di Montepulciano a partire dal 1947, veramente rare, risalenti al periodo antecedente alla nascita della denominazione DOC.