GIVE US SOME INFORMATIONS ABOUT YOUR BOOKING
Posts by: Consorzio

Avignonesi è una delle tenute più suggestive del territorio di Montepulciano. Qui convivono una produzione ricca e strutturata, la cui impostazione produttiva è fortemente votata al biologico e alle pratiche biodinamiche. 

Da sottolineare l’attenzione che l’azienda dedica alla produzione di vini più salutari, sempre nel rispetto della tradizione e della qualità.  Anche la sostenibilità gioca un ruolo importante, con la visione di un ambiente migliore da preservare per le future generazioni.

Avignonesi è un nome di peso per il territorio di Montepulciano, un’azienda fondata dall’omonima famiglia ed acquistata nel 2009 da Virginie Saverys, l’attuale titolare che ha introdotto la filosofia bio nella nuova conduzione, coadiuvata da una brillante squadra di professionisti.

 

“Ogni produttore dovrebbe preoccuparsi che ogni frutto del suo lavoro sia salutare”

 

Virginie Saverys è nata in Belgio ed è cresciuta in una famiglia sempre appassionata al vino. Dopo la laurea in legge all’Università di Parigi e una brillante carriera legale, ha deciso  di vivere in Toscana e di investire in questa azienda. Si è fatta promotrice di un’agricoltura sostenibile che punta all’eccellenza nel rispetto della salubrità e del territorio, concetti fondamentali nella vita dell’azienda.

La tenuta si estende su 200 ettari di vigneto in due province. Nel territorio di Montepulciano Avignonesi ha otto appezzamenti dedicati alla coltivazione Sangiovese: Le Capezzine, Lodola, Le Baldelle, I Poggetti, Banditella, El Grasso, Matracchio, Il Greppo. Gli appezzamenti sul territorio di Cortona sono dedicati alle realtà di Merlot, Chardonnay e Cabernet Sauvignon.

Avignonesi Vino Nobile di Montepulciano DOCG Il Vino Nobile di Avignonesi si caratterizza per equilibrio, slancio e tipicità del territorio, è ottenuto da uve Sangiovese in purezza e viene invecchiato sia in legni piccoli che in botti grandi.

Per saperne di più 

Alberi non parole Montepulciano
A Montepulciano un’iniziativa green che coniuga tradizione, impegno sociale e sostenibilità
Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, da anni impegnato in questa direzione, lancia
l’iniziativa piantando 400 alberi all’anno per contrastare l’inquinamento e i cambiamenti climatici.

Un progetto che rientra nella certificazione della sostenibilità della denominazione
Quattrocento piante all’anno, per tre anni consecutivi. Milleduecento alberi piantati da chi il
territorio lo abita, lo cura, lo rende vivo e soprattutto da cui trae un prodotto di eccellenza. È quello che faranno i produttori del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, da sempre sensibili alle tematiche ambientali, che con l’iniziativa dal titolo “Alberi, non parole”, vogliono dare un segnale in questo momento in cui tutto il mondo si sta mobilitando per mitigare il cambiamento climatico e la deforestazione globale.

In collaborazione con il Comune di Montepulciano, l’Usl Toscana Sud Est, la Giorgio Tesi Vivai tramite la Fondazione Giorgio Tesi Onlus e il preziosissimo aiuto dei Carabinieri Forestale sezione di Montepulciano, i produttori del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano realizzeranno un Parco da destinare a fini sociali, adiacente al complesso ospedaliero di “Nottola” che raccoglie utenti da tutta la Valdichiana senese. Il progetto rientra nel più ampio obiettivo della certificazione di sostenibilità, secondo lo standard della norma Equalitas – Vino Sostenibile, che il distretto vitivinicolo del Vino Nobile di Montepulciano sta raggiungendo, puntando all’aspetto ambientale da un lato, senza tralasciare tuttavia quello sociale che anche questa iniziativa rappresenta, coinvolgendo i più piccoli sensibilizzandoli a buone pratiche.

Il programma della giornata. Mercoledì 20 novembre 2019, ore 10.00 presso gli Ospedali Riuniti della Valdichiana Senese – Loc. Nottola si daranno appuntamento i bambini delle scuole primarie di Montepulciano con i produttori del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. Ognuno di loro pianterà simbolicamente un albero. Saranno presenti il presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, Andra Rossi, il Sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini e il direttore del quotidiano Leggo, Davide
Desario.

Un’iniziativa che crescerà nel tempo. L’area individuata è adiacente al locale Ospedale  di Nottola.
Sarà qui che ogni anno, a partire dal 2019 e fino al 2021, saranno messe a dimora 400 piante,
simbolicamente una per ogni produttore, per un totale 1.200 piante e 15.000 mq di parco. Per
rimarcare il rispetto per il paesaggio saranno utilizzati solo alberi che appartengono alla tradizione toscana: leccio, orniello, ontano, sorbo, gelso, roverella e acero campestre. I produttori di Vino Nobile di Montepulciano intendono, con questa iniziativa, inviare un messaggio di grande rispetto per la Natura e Madre terra. Alberi non parole, è il nostro modo di dire “grazie”, un gesto che ci auguriamo possa essere seguito anche da altri produttori di vino di tutto il mondo. Il 20 Novembre
alle ore 10.00 ci troveremo tutti insieme, ogni albero verrà messo a dimora da un produttore accompagnato da un bambino, a simboleggiare il presente e il futuro.

Antico Colle Vino Nobile di Montepulciano

L’impegno nella produzione di vino della famiglia Frangiosa è stato tramandato di padre in figlio da ormai tre generazioni. La coltivazione dei vigneti è la prima preoccupazione della Tenuta Antico Colle, adagiata fra le colline di Montepulciano e orientata verso i vini pregiati del territorio con una scrupolosa attenzione a tutte le fasi di produzione. Le lavorazioni in vigna vengono sempre effettuate nel rispetto del naturale processo di sviluppo delle piante. Le lavorazioni in cantina si svolgono in equilibrio tra nuove tecnologie e metodi tradizionali.
Tutti i processi produttivi e la diffusione dei vini è seguita direttamente dalla proprietà. Per questo la famiglia Frangiosa ha deciso di abbandonare la commercializzazione dei propri vini nella grande distribuzione laddove non è in linea con la filosofia aziendale.

 

La Tenuta oggi è guidata da Andrea Frangiosa e ha il proprio fulcro nella zona Est di Montepulciano anche se le proprietà vitate si estendono in varie zone del territorio comunale per una superficie complessiva di circa 20 ettari. Gli appezzamenti vitati dunque, hanno esposizioni variabili, in ogni caso ideali per la corretta maturazione delle uve, a un’altitudine media fra i 300 e 400 metri s.l.m., terreni a medio impasto, a strati, argilloso, tufaceo e renoso, su cui insistono vitigni autoctoni o tradizionalmente allevati in zona, dal Prugnolo Gentile al Merlot, dal Cabernet Sauvignon al Canaiolo Nero fino allo Chardonnay da cui si ottengono cinque etichette.

Infinita passione per i vigneti, colori e profumi del nostro vino, sono il principio della nostra storia.

Antico Colle Vino Nobile di Montepulciano

Il Saggio Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG si ottiene da una accurata selezione delle migliori uve dal vigneto “Il Saggio” e da una lunga maturazione in legni di differente tipologia.

Scopri di più

Vecchia Cantina di MOntepulciano Vino Nobile di Montepulciano

Vecchia Cantina di Montepulciano è stata fondata nel 1937 e oltre ad essere la più datata cooperativa della regione è anche una delle più grandi realtà vitivinicole della zona poliziana.

La storia della cooperativa ha inizio più di 80 anni fa, grazie all’intuito di quattordici produttori locali, convinti della qualità che le uve e le tecniche di vinificazione di Montepulciano potevano conferire ai vini prodotti.

Nel 1940 avviene il primo imbottigliamento e da allora, dopo il difficile periodo della Seconda Guerra Mondiale e la trasformazione terriera degli anni ’50, comincia una crescita produttiva ritenuta fondamentale per tutto il territorio. Sono gli anni in cui nasce la nuova sede, terminata nel 1971, poco fuori dal centro storico di Montepulciano e  ancora, nel 1974, per le cresciute esigenze produttive, un altro centro di vinificazione a Montepulciano Scalo, rinnovato nel 2007. 

Oggi la cooperativa è guidata da un Consiglio di Amministrazione composto da 11 membri ed è presieduto da Andrea Rossi, conta 400 soci che conducono circa 1.000 ettari di vigneti nei comuni toscani di Montepulciano, Torrita di Siena, Pienza, Sinalunga, Cetona, Cortona, Chiusi, Foiano della Chiana, Castiglion Fiorentino, ma anche umbri di Città della Pieve e Castiglion del Lago.

La cooperativa dispone di due bottaie: la più datata, costruita nel 1972, contiene 160 botti di rovere di Slavonia di capacità differente ed è ospitata in un tunnel sotterraneo visibile dalla strada. La bottaia moderna invece, si estende per 2800 mq sotterranei, è stata realizzata nel 2001 e ospita 250 botti da 35 e 85 ettolitri.

Rappresentiamo la più antica cooperativa vitivinicola della Toscana

Vecchia Cantina di MOntepulciano Vino Nobile di Montepulciano

Vecchia Cantina di Montepulciano Vino Nobile di Montepulciano DOCG è prodotto con il brand aziendale ed è concentrato sulla tradizione territoriale, è ottenuto prevalentemente da uve Sangiovese vinificate in acciaio e invecchiato in botti di rovere.

 

Scopri di più

Contucci Vino Nobile di Montepulciano

Contucci è una famiglia con una storia millenaria da secoli impegnata nella produzione vinicola. Nelle antiche cantine Contucci è custodita una riserva privata di vecchie annate di Vino Nobile di Montepulciano, l’etichetta più antica ancora disponibile è del 1887. Le antiche radici della famiglia Contucci sono testimoniate anche dalla splendida residenza storica nel cuore di Montepulciano, progettata da Antonio da Sangallo il Vecchio e affrescata da Andrea Pozzo. Palazzo Contucci ospita anche le suggestive storiche cantine risalenti al XIII secolo visibili al pubblico.
Un profondo legame unisce il Vino Nobile alla famiglia Contucci, che come documentato negli archivi storici, coltivava la vite fin dal Rinascimento, attività già molto apprezzata nel 1700.

La tradizione e l’innovazione da oltre 1000 anni a montepulciano

Contucci Vino Nobile di Montepulciano

La proprietà si estende per oltre 170 ettari, 20 dei quali destinati a vigneto, 15 ettari iscritti al’Albo del Vino Nobile. I vigneti si trovano su terreni argilloso-sabbiosi, ad un altitudine che varia dai 280 ai 450 metri. Vengono coltivati esclusivamente vitigni autoctoni come Prugnolo Gentile, Mammolo, Canaiolo nero, Colorino, Trebbiano Toscano, Malvasia del Chianti e Grechetto.

Mulinvecchio Vino Nobile di Montepulciano Docg è ottenuto da uve varietà Prugnolo Gentile per l’80%, Canaiolo nero e Colorino. Invecchia per 30 mesi in legno.

Scopri di più

Podere Casanova Vino Nobile Montepulciano

Isidoro e Susanna Rebatto sono gli attuali titolari di Podere Casanova. Originari del Veneto ed imprenditori in un altro settore si sono appassionati alla terra toscana. Nel tempo l’amore condiviso per la Toscana li ha portati a voler scoprire questo contesto territoriale. Poi nel 2015 hanno acquistato Podere Casanova strutturando un interessante realtà produttiva a Montepulciano.

All’inizia del progetto Podere Casanova consisteva in una cantina, la casa padronale e 5 ettari di vigneto di quasi 20 anni. Isidoro e Susanna hanno deciso subito di aumentare la superficie vitata con l’acquisto di altri 11 ettari su cui è stato piantato il nuovo vigneto. Dalla ristrutturazione degli immobili, hanno ricavato una piccola struttura dedicata all’ospitalità. Anche la cantina è stata ampliata e dotata di attrezzature moderne ed una barricaia. Infine hanno completato i lavori allestendo una suggestiva sala degustazione immersa nel vigneto.

Sperimentazine ed esplorazione, vini espressione di una territorialità rivitalizzata

Podere Casanova Vino Nobile Montepulciano

Nei vigneti, in località Tre Berte, ospitano i vitigni Prugnolo Gentile, Merlot, Cabernet Sauvignon, Grechetto, Teroldego e Petit Verdot.
Podere Casanova Vino Nobile di Montepulciano DOCG è un vino con uvaggio a base Sangiovese (80%) con Cabernet Sauvignon e Merlot. Affina 6 mesi in barrique e 12 mesi in botti di legno prima di essere imbottigliato.

Scopri di più 

La Braccesca Vino Nobile di Montepulciano

Il nome e lo stemma della tenuta La Braccesca, derivano dalla nobile famiglia dei Conti Bracci, proprietaria dell’antica fattoria. Oggi la tenuta è proprietà dei Marchesi Antinori e si estende su oltre 500 ettari.

La particolarità della Tenuta La Braccesca sta nel fatto che le terre si trovano in due zone molto vicine ma profondamente differenti. 103 ettari di vigneto sono dislocati a Montepulciano, in alcune tra le zone di produzione più rinomate per i grandi vini rossi, come Gracciano, Cervognano e Santa Pia.

Altri vigneti sono invece dislocati nella zona di Cortona, sempre più apprezzata per la coltivazione del Syrah e di altri vitigni internazionali.
E proprio da questa fortunata combinazione tra antico e moderno, tra tradizione e innovazione, nascono i vini di Fattoria La Braccesca.

Nel vino le qualità migliori del passato possono evolvere per esprimersi al meglio nel futuro.

La Braccesca Vino Nobile di Montepulciano

Il primo Vino Nobile di Montepulciano è stato prodotto nel 1990. Nel 2001 è stato aggiunto il Cru Vino Nobile di Montepulciano “Vigneto Santa Pia” che nel 2005 è divenuto Riserva.

La Braccesca Vino Nobile di Montepulciano DOCG, è prodotto con Sangiovese e una piccola quota di uve Merlot per ottenere un’interpretazione classica e contemporanea allo stesso tempo, di Vino Nobile, invecchiato un anno in legno.

Dal 1991 La Braccesca produce anche Sabazio, Rosso di Montepulciano e dall’omonimo vigneto nasce Bramasole Cortona DOC, con la vendemmia 2000, un Syrah in purezza a cui dall’annata 2005 si aggiunge Achelo Cortona DOC.

Scopri di più

La Braccesca Vino Nobile di Montepulciano

Il Greppo Vino Nobile di Montepulciano

Il Greppo Vino Nobile di MontepulcianoIl Greppo è un’azienda fondata dal 1962 da Romano  Lia, oggi condotta dai fratelli Paolo e Luigi Parigi. La proprietà si estende per circa 60 ettari sulle colline di Abbadia di Montepulciano che si affacciano sulla Valdichiana.

Una bella realtà produttiva, con una struttura aziendale ben articolata e molto attenta alla qualità ed alla sostenibilità delle scelte agricole. Il Greppo dispone anche si una struttura ricettiva con agriturismo, ristorante e location per eventi.

“Un’azienda ben determinata a valorizzare le peculiarità di questa zona.”

Una realtà completa e diversificata, in cui, tuttavia, l’attività vitivinicola gioca un ruolo di rilievo. I vigneti della proprietà si estendono per circa 15 ettari a circa 300 metri di altitudine e sono dimora delle varietà di Prugnolo Gentile, Mammolo, Colorino, Canaiolo Nero, Merlot e Cabernet. Gli impianti sono allevati a controspalliera con potatura a cordone speronato o guyot.  La densità raggiunge i 5000 capi per ettaro ed i terreni sono di origine pliocenica composti principalmente da argille ricche di potassio. Un terreno dalle origine così antiche è ideale per la coltivazione delle uve destinate alla produzione di Vino Nobile di Montepulciano.
Greppo Antico Vino Nobile di Mpntepuclahno DOCG nasce da un’attenta selezione di uve sangiovese. Viene fermentato in purezza in tini di legno ed invecchiato per due anni in botti grandi di rovere.

Antica anche la storia del Podere Il Greppo che era incluso nelle proprietà medicee amministrate dallo Scrittoio delle Regie Possessioni.
Nei Quaderni Sinalunghesi si legge che nel XVII secolo il Podere di Greppo era compreso nella Real Fattoria di Bettolle “nella cura di San Vincenzo di Ascianello, comunità di Montepulciano, lavorato dalla famiglia di 17 persone…”

Scopri di più

Carpineto Vino Nobile di Montepulciano

L’azienda Carpineto fu fondata nel 1967 da Giovanni Carlo Sacchet e Antonio Mario Zaccheo. Due illuminati del vino, guidati dai medesimi valori, l’amicizia nel calice. Due amici, grandi appassionati del vino e della terra che negli anni hanno creato un fortissimo brand di fama internazionale.

La storia di Carpineto è la storia delle due famiglie Sacchet e Zaccheo che intuirono l’enorme potenziale della Toscana e nel 1997 dal Chianti Classico, arrivano a Montepulciano.

Le nuove generazioni con l’enologa Caterina Sacchet ed Elisabetta Sacchet e con Francesca e Antonio Michael Zaccheo hanno proseguito sulla strada dell’innovazione, continuando a sperimentare ma sempre nel rispetto dell’ambiente.

“Il Vino per noi è passione, cultura, natura, sostenibilità. Uno stile di vita!”

Carpineto Vino Nobile di MontepulcianoLa Tenuta di Montepulciano è il fiore all’occhiello dell’azienda con 184 ettari dei quali 115 vitati. Inoltre Carpineto a Montepulciano vanta un primato speciale. Si trova qui infatti, il vigneto con un unico corpo ad alta densità considerato il più vasto d’Italia con i suoi 80 ettari.

Un vero e proprio paradiso, tra vigne, bosco, prati ed un laghetto, immerso tra le colline di Montepulciano. Degustazioni ed eventi sono organizzati sulla splendida terrazza panoramica.
All’interno della cantina è anche possibile visitare un piccolo museo con oggetti d’epoca e antichi macchinari.
Oggi Carpineto è un brand affermato con vini pluripremiato ed esporta in più di 70 paesi, principalmente in Stati Uniti e Canada.

Uno dei vini da non perdere è “Poggio Sant’Enrico” Vino Nobile di Montepulciano DOCG. Sangiovese in purezza con oltre un anno di legno e 45 mesi in bottiglia. Un vino complesso che Sto arrivando! esprimersi nel tempo.

Scopri di più
Fattoria del Cerro Vino Nobile di Montepulciano

Fattoria del Cerro a Montepulciano rappresenta uno dei punti di riferimento nel panorama vitivinicolo. Si tratta infatti della realtà produttiva privata con la più ampia estensione di superficie vitata.

Quest’azienda ha una lunga storia, profondamente legata alle tradizioni di questo territorio ed allo stesso tempo proiettata sui mercati internazionali ed in crescita costante.

Fattoria del Cerro venne acquistata dalla S.A.I. Assicurazioni S.p.a. nel 1978, allora era di proprietà della famiglia Baiocchi. Oggi la Fattoria del Cerro è di proprietà del gruppo Unipol assieme alle altre realtà vitivinicole di Tenute del Cerro.

Fattoria del Cerro è la più grande realtà privata produttrice di Vino Nobile di Montepulciano”

Fattoria del Cerro Vino Nobile di MontepulcianoL’azienda si estende per quasi 600 ettari, di cui un quarto circa sono destinati ai vigneti. Più precisamente sono ben 94 gli ettari vitati della proprietà, iscritti all’albo per la produzione di Vino Nobile di Montepulciano.

Il centro aziendale è situato in località Acquaviva, dove si trova anche il relais aziendale, la storica “Villa Grazianella”. I vigneti aziendali invece, si trovano principalmente in zona Argiano, dove godono di differenti esposizioni.
La zona di Argiano, è una delle zone del comune di Montepulciano, votata maggiormente alla coltivazione della vite. Terreni di origine pliocenica a medio impasto, fruttiferi ed ideali ad ospitare il Prugnolo Gentile, tradizionale varietà di Sangiovese di Montepulciano.

Da uve Prugnolo Gentile coltivate nella zona di Acquaviva nel vigneto Antica Chiusina, si ottiene l’omonima etichetta di Vino Nobile di Montepulciano DOCG. Un vino complesso e maturo dalla lunga capacità di invecchiamento.

Scopri di più

Fattoria del Cerro Vino Nobile di Montepulciano